I lebbrosi di kara Kara

La lebbra in Niger è molto diffusa. I lebbrosi di Zinder sono confinati nella colonia di Kara Kara, un villaggio di circa 20.000 kmq in cui vivono 2.500 con le loro famiglie in condizioni di estrema miseria, in capanne anguste igienicamente invivibili. Nella lotta contro questa malattia, il problema più grosso non è riuscire a trovare i mezzi per completare un ciclo terapeutico che porterà alla guarigione, ma scalfire quel muro di integralismo che pervade la gente. Considera il lebbroso maledetto da Allah per avere giurato falsamente contro il corano, per cui viene immediatamente emarginato dalla società. Chi ne è affetto quindi, almeno nelle fasi iniziali della malattia, quando i segni della lebbra non sono ancora molto evidenti, prova una profonda vergogna e piuttosto che ricorrere alle cure necessarie nasconde i sintomi anche ai familiari. Quando poi la patologia raggiunge uno stato avanzato, è necessario intervenire con l’amputazione delle parti colpite, per cui il malato non può più badare a se stesso, manca di tutto, ha bisogno di continua assistenza. Il progetto prevede l’acquisto e la spedizione mensile di 2 tonnellate di riso, 2 di miglio e 200 kg di datteri per i bambini, nonché del materiale sanitario che possa tamponare le ferite più gravi.

Italian English French